Gli ingredienti dei folletti

GLI INGREDIENTI DEI FOLLETTI

Ciao folletti!
Come state? Spero tutti bene!

La nostra salute è la cosa più importante da tutelare e salvaguardare e a noi folletti piace stare bene per correre e giocare nel bosco.
Il cibo è la cosa a cui stiamo più attenti e …anche se siamo dei golosoni…cerchiamo sempre di scegliere ingredienti con cui cucinare sano.
Abbiam pensato di farvi una lista delle cose che trovate nelle nostre ricette così saprete cosa scegliere quando cucinate con noi!

Pronti? 

 

 

Le prime cose che cerchiamo di usare sono la frutta e la verdura che cerchiamo di scegliere in base alla stagione. Abbiamo un contadino di fiducia che ci porta le sue cose coltivate con amore e con poche sostanze chimiche…certo biologico è meglio…ma se non siete sicuri del biologico che trovate il “Km zero” è sempre il migliore!

La farina con cui cuciniamo dolci e salati è sempre quella grezza…conoscete le differenze di macinatura del grano? Ve le racconto subito!
Quando viene raccolto il chicco la prima macinatura è quella della FARINA INTEGRALE, la vera farina, quella che si macinava a pietra e quella che contiene tutte le parti del chicco ed ha tante sostanze nutritive.

La seconda macinatura porta alla FARINA SEMINTEGRALE, detta anche tipo 2, un ottimo compromesso tra integrale e normale. La terza macinatura ci porta alla FARINA TIPO 1, quella che noi folletti usiamo per fare i dolci.

C’è poi la FARINA TIPO 0 e la FARINA TIPO 00, due successive macinature che ci portano ad avere una farina bianca bianca e soffice ma che fa molto male alla nostra salute.

I trucchi che usiamo noi folletti?
Cerchiamo di scegliere sempre una farina macinata a pietra così da avere un chicco non macinato in modo industriale ed, inoltre, preferiamo farine più grezze anche per i dolci, adottando la tecnica della rimacinatura casalinga per rendere la grana più sottile e lavorabile dalle nostre manine.

Altre farine? Certo….il segreto di una pancia col sorriso è l’uso di tantissimi cereali diversi! Ve ne parlerò a breve!

Lo zucchero che usiamo è sempre quello di canna, anche se la grana è più grossa, nei dolci lo polverizziamo prima in modo da renderlo solubile nell’impasto come quello bianco.
La stevia? Non ci piace molto perché ha un retrogusto amaro in cottura…preferiamo il miele e lo sciroppo d’agave…lo avete mai provato?
Dolce senza appesantire il gusto dell’impasto!

Il burro e l’olio? Cerchiamo sempre di usare olii spremuti a freddo tra cui il nostro olio extravergine di oliva che arriva dal FRANTOIO MURAGLIA, un olio pugliese che troviamo a varie gradazioni e toni e che ci permette di cucinare in salute e sicurezza.

Il burro che utilizziamo è spesso quello vegetale, di soia in particolare, perché ha la resa molto simile al burro di mucca oppure il Ghee, il burro chiarificato.

Le uova sono quelle del contadino, ma anche al supermercato cercate sempre di scegliere quelle allevate a terra.

Il latte è sempre vegetale, a noi piace molto quello di avena, ma anche di mandorla, di riso o di soia. Non rinunciamo al latte di mucca di montagna, ma solo se sappiamo da dove arriva e dove hanno pascolato le nostre amiche mucche.

Presto vi porteremo a vedere dove ci riforniamo noi folletti di latte e formaggi!

Tutto chiaro? Ci sono in realtà mille altri ingredienti da usare in cucina e un po’ alla volta ve li sveleremo tutti…

Alla prossima puntata…